Giunti tra fabbricati

“Tra due corpi di fabbrica si continua a riformare un crepa sull’intonaco. E’ evidente che in quel punto ci sono dei movimenti e sempre ci saranno, infatti le varie riparazioni che sono state fatte più volte si sono tutte rifessurate anche se hanno utilizzato delle malte elastiche e in un caso è stato immesso del silicone che però si è strappato dal supporto riaprendosi. E’ evidente che il movimento è superiore alla capacita di dilatarsi del silicone o che i bambini nel giocare si sono divertiti a bucarlo e tirarlo via. Vi chiedo se avete una soluzione adeguata e che rispetti il bisogno di muoversi che c’è tra un fabbricato e l’altro e sia protetto da eventuali vandalismi?”

Geom. A.C. – Mantova

Lei ha individuato perfettamente il problema, infatti qualsiasi riparazione dovrà essere eseguita con materiali ad alta elasticità in modo che siano in grado di assorbire i movimenti senza rompersi o fessurarsi anche nel suo caso dove il movimento è molto marcato.

L’intervento dovrà procedere con le seguenti fasi di lavoro:

  • Pulire il giunto eliminando ogni parte incoerente ed ogni traccia materiali estranei, muschi, polvere e depositi mediante sistemi meccanici, evitando l´utilizzo di prodotti chimici che potrebbero impregnare il sottofondo creando ulteriori problemi.  Regolarizzare eventuali zone particolarmente degradate e discontinuità del giunto mediante l’applicazione di malta da riparazione SIKA MONOTOP X2;
  • Applicare un primo strato di resina epossidica a consistenza di stucco SIKADUR 31 CF mediante spatola dentata, realizzando uno strato di spessore costante, sul quale posizionare l’apposita bandella impermeabile SIKADUR COMBIFLEX SG, membrana a base di gomme sintetiche, di larghezza tale da sormontare adeguatamente la larghezza del giunto; posizionare le estremità della bandella nello strato di SIKADUR 31 CF ancora fresco, facendolo fuoriuscire dalla fustellatura laterale presente sulla bandella di SIKADUR COMBIFLEX SG.
  • Applicare mediante spatola liscia, un secondo strato di resina epossidica SIKADUR 31 CF, sui lati della bandella SIKADUR COMBIFLEX SG, al fine di proteggerla da danneggiamenti accidentali e ammorsarne completamente le estremità . Ad applicazione avvenuta togliere il nastro centrale di protezione per ottenere una gradevole finitura estetica del giunto.
  • Corazzare la superficie a vista con il posizionamento di un lamierino metallico di protezione di adeguato spessore, di sagoma opportuna e larghezza tale da sormontare completamente la bandella SIKADUR COMBIFLEX SG; le estremità del lamierino di protezione devono presentare fori circolari da un lato e fori ad asola dall’altro, per consentire il fissaggio meccanico ai bordi del giunto e mantenere la possibilità del movimento.

Prodotti Consigliati:

  • Sika MonoTop®-441 Unika

  • sikadur 31 cf

    Sikadur 31 CF

  • sikadur combiflex sg nastro

    Sikadur Combiflex SG Nastro

Accedi per votare questa risposta.
0 persone hanno trovato utile questa risposta.


Category: Giunti

← L’esperto risponde
The following two tabs change content below.
Casari Edilservice
Presente sul mercato dal 1968, Casari EDILSERVICE è un’affermata società al servizio dei professionisti dell’edilizia. La pregevole esperienza cantieristica dei geometri Giorgio e Marco Casari è oggi un valore di riferimento per aziende importanti ed operatori specializzati del settore edile. Tel.: 030 2131471
Casari Edilservice

Ultimi post di Casari Edilservice (vedi tutti)

Ancora nessun commento.

Lascia un commento