Sisma Bonus 2018-2021

Sisma Bonus

Sisma Bonus

Come è noto la legge di bilancio 2017 ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 la detrazione per gli interventi di adeguamento sismico. Si applica sia sulle abitazioni che sulle attività produttive:

  • 50% fino a €. 96.000 per unità immobiliare per ogni anno;
  • 70% e 80% quando i lavori permettono una diminuzione di una o due classi di rischio;
  • 75% e 85% se gli interventi si fanno sulle parti comuni di condomini

Le linee guida per classificare il rischio sismico nei fabbricati richiedono un’attestazione, da parte di Professionisti abilitati, della validità degli interventi effettuati. Tale rischio sismico è la misura per valutare il danno atteso a seguito di un possibile evento sismico e dipende da fattori che sono evidenziati dalla pericolosità della zona, dalla vulnerabilità degli edifici e dalla loro esposizione.

Le linee guida permettono di dare ad un edificio la classe di rischio sismico, mediante il parametro che tenga conto della sicurezza e degli aspetti economici. Precisano due metodologie per la valutazione:

  • semplificata, per lavori minori con il conseguimento di miglioramento di una sola classe;
  • l’indirizzo di massima di come progettare interventi più consistenti con riduzione di rischio portando la costruzione a una o più classi superiori.

Per ottenere i benefici fiscali, Sisma Bonus, si deve fare riferimento alla classificazione prevista dalle nuove linee guida del Ministero, che danno ad un edificio una classe di rischio sismico specifica.

Le classi di rischio sono: A+ con meno rischio; A, B, C, D, E, F, G con più rischio.

Oltre alla detrazione, i soggetti beneficiari possono cedere il credito ai fornitori che hanno realizzato i lavori o ad altri soggetti con la possibilità di successiva cessione del credito. Tale scelta si può farla solo per le spese del 2017 su interventi di parti comuni degli edifici condominiali. E’ importante considerare che la detrazione è ripartita in cinque quote annuali nell’anno di realizzazione e in quelli successivi.

Fino al 31 dicembre 2021, si può usufruire dell’agevolazione non solo sui fabbricati situati nelle zone sismiche 1 e 2 ma anche in quelli situati nella zona 3.

Le detrazioni non si cumulano con altre agevolazioni già spettanti per gli stessi fini scaturite da norme speciali per interventi in zone colpite da terremoti.

La consulenza ai Progettisti che può essere fornita:

1. Diagnosi strutturale

La riqualificazione ed il ripristino del patrimonio Edilizio sta diventando una necessità e – nello stesso tempo – un’opportunità di lavoro. Il degrado del calcestruzzo, gli eventi calamitosi e continui cedimenti strutturali delle infrastrutture e degli edifici, hanno spinto gli organi competenti ad attivarsi attraverso norme e decreti che richiamano adeguamenti e controlli.

Per comprendere e fotografare il reale stato di fatto degli elementi strutturali ed impiantistici legati alla valutazione della qualità dei materiali occorre intervenire con metodologie di indagini per cui l’esecuzione e comprensione dei risultati ottenuti richiedono il coinvolgimento di figure professionali altamente specializzate.
Per tali motivi Building Improving si è attivata anche in questo settore mediante un pacchetto di attività atto ad una diagnosi strutturale. Si possono fornire interventi con prove:

  • Pacometriche
  • Sclerometriche
  • Ultrasoniche
  • Termografiche

Inoltre Building Improving è in grado di effettuare:

  • Prove di carico
  • Rilievi di carbonatazione
  • Monitoraggio fessurazioni
  • Prove di pull-out

Building Improving dispone di tutti i dispositivi per effettuare diagnosi in maniera professionale e in piena sicurezza.

2. Consulenza alla Progettazione

Offriamo un’attenta e professionale valutazione preventiva in merito alla fattibilità sia del rinforzo strutturale che dell’adeguamento o miglioramento sismico di una struttura con valutazione tecnico economica della migliore soluzione strutturale con FRP.

Building Improving offre – su richiesta – un predimensionamento gratuito del sistema di rinforzo ai sensi delle attuali normative tecniche ed al documento del “CNR DT 200 04″, determinazione dello stato della struttura successivamente all’intervento di rinforzo, valutazione delle nuove caratteristiche globali e dei vantaggi derivanti dall’intervento in termini di duttilità e resistenza.

Le norme di riferimento per la progettazione di rinforzi con materiali compositi sono il documento approvato dal CNR DT 200/2004: “Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo di Interventi di Consolidamento Statico mediante l’utilizzo di Compositi Fibrorinforzati” e le “Linee guida per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Collaudo di Interventi di Rinforzo di strutture di c.a., c.a.p. e murarie mediante FRP”, documento approvato il 24 luglio 2009 dall’assemblea Generale del CS.LL.PP.

Le Istruzioni CNR-DT 200/2004 e le Linee Guida del 24 luglio 2009, messe a punto unendo le conoscenze e l’esperienza dei produttori, degli utilizzatori (progettisti e costruttori), degli esponenti del mondo universitario e quelli delle professioni rispondono all’esigenza nazionale di conoscenza e di standardizzazione e forniscono un quadro normativo organico per il progetto di elementi e di strutture, sia di c.a. che di muratura, rinforzate con FRP, seguendo un approccio alla sicurezza congruente con l’assetto normativo degli Eurocodici.

3. Applicazione in opera dei rinforzi strutturali

L’applicazione di materiali compositi fibrorinforzati (FRP) rappresenta la soluzione tecnologica più evoluta per gli interventi di consolidamento statico, di rinforzo e riabilitazione strutturale, di miglioramento ed adeguamento sismico. E’ la soluzione ideale per la messa in sicurezza di edifici residenziali, ospedalieri, scolastici, sportivi, commerciali ed industriali.

I vantaggi degli FRP sono molteplici: leggerezza, elevate proprietà meccaniche, caratteristiche anticorrosive. I compositi si adattano bene anche ad applicazioni in cui è necessario preservare le caratteristiche estetiche della struttura originaria (edifici di interesse storico o artistico) o in casi in cui i rinforzi tradizionali sarebbero di difficile applicazione per limitatezza dello spazio a disposizione.

Gli FRP garantiscono eccezionali risultati in termini di sicurezza, riducendo al minimo i problemi di invasività e di ingombro garantendo la totale reversibilità.

Building Imporving si avvale di personale regolarmente assunto e con anni di esperienza nel settore della posa di materiali compositi. Oltre a fornire regolare certificazione di regolare esecuzione dell’intervento, operiamo in conformità del DT200/20013 Rev_01 secondo l’Applicazione di tipo A.

Building Improving è applicatrice di fiducia delle più qualificate Società Fornitrici di materiale composito.

 

The following two tabs change content below.
Casari Edilservice
Presente sul mercato dal 1968, Casari EDILSERVICE è un’affermata società al servizio dei professionisti dell’edilizia. La pregevole esperienza cantieristica dei geometri Giorgio e Marco Casari è oggi un valore di riferimento per aziende importanti ed operatori specializzati del settore edile. Tel.: 030 2131471
Casari Edilservice

Ultimi post di Casari Edilservice (vedi tutti)