L’assorbimento acustico

Assorbimento acustico

Spesso ci si viene a trovare in ambienti particolarmente rumorosi come un ristorante dove è difficile riuscire a comunicare con i commensali o una sala d’attesa o uno spazio commerciale in cui risultano incomprensibili gli annunci e gli avvisi. Ci si può assordare in una palestra, in un’aula o in una sala riunioni con un cattiva percezione di chi ascolta. In tutti questi casi è fondamentale cercare di raggiugere un adeguato assorbimento acustico. Attraverso la valutazione delle reali esigenze degli utenti, l’accurata progettazione degli interventi ed il corretto impiego di materiali e sistemi fonoassorbenti si possono raggiungere i risultati voluti.

Il tempo di riverberazione

L’assorbimento acustico totale di un ambiente può essere valutato a partire dalle capacità fonoassorbenti delle superfici che lo confinano oppure derivato sperimentalmente dalla misurazione del tempo di riverberazione. Questo parametro viene definito come l’intervallo di tempo necessario per ottenere un decadimento di 60 dB del livello di pressione sonora del campo diffuso dall’istante in cui viene interrotta la sorgente sonora che lo produce.
L’indicatore fondamentale per la progettazione acustica è il “tempo di riverberazione” di un ambiente, anche se da solo non è sufficiente a definire in maniera complessiva tutte le proprietà e le caratteristiche acustiche degli stessi.

Normative

“Criteri di valutazione e collaudo dei requisiti acustici negli edifici scolastici” citata nella Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici n° 3150 del 22/05/67 prescrive:
– La media dei tempi di riverberazione, misurati alla frequenze 250 – 500 – 1000 – 2000 Hz, non deve superare 1,2 secondi ad aula arredata, con al presenza di due persone al massimo.
– Nelle palestre la media dei tempi di riverberazione non deve superare 2,2 secondi.
La Norma UNI 11367 sulla classificazione acustica delle unità immobiliari ha introdotto indicazioni specifiche per la valutazioen delle caratteristiche acustiche interne degli ambienti (Appendice C). Tra i vari parametri vengono anche riportati i valori ottimali del tempo di riverberazione medio fra 500 Hz e 1000 Hz per valutare le caratteristiche acustiche interne di un ambiente non occupato per due diverse condizioni d’ascolto (parlato e attività sportiva).

Celenit SpA ha affrontato questa tematica e ha redatto la brochure “CONTROSOFFITTI E RIVESTIMENTI NATURALI” che potete scaricare al presente link.

The following two tabs change content below.
Casari Edilservice
Presente sul mercato dal 1968, Casari EDILSERVICE è un’affermata società al servizio dei professionisti dell’edilizia. La pregevole esperienza cantieristica dei geometri Giorgio e Marco Casari è oggi un valore di riferimento per aziende importanti ed operatori specializzati del settore edile. Tel.: 030 2131471
Casari Edilservice

Ultimi post di Casari Edilservice (vedi tutti)